In Italia siamo ancora tutti abituati a pensare all’acquisto e-commerce come a qualcosa di tipico dei contesti più evoluti (anche se in realtà avanza una digitalizzazione diffusa), globalizzato, legato ai ritmi veloci del lavoro e del consumo metropolitano.

Ma non è solo questo. Dalla Valle d’Aosta all’Abruzzo, dal metronomo alla rete per la grandine, un documento che ho ricevuto da Amazon.it e che pubblico volentieri ci presenta la classifica dei comuni più piccoli che ordinano online (e dei prodotti più acquistati).

Marmora, borgo della provincia di Cuneo con 65 abitanti, si trova al primo posto della classifica stilata da Amazon.it
Marmora, borgo della provincia di Cuneo con 65 abitanti, si trova al primo posto della classifica stilata da Amazon.it

In Italia esistono infatti molti luoghi in cui il negozio più vicino si trova a chilometri di distanza ed è anche in questi casi che l’eshop diventa la prima scelta per lo shopping di prodotti domestici o di articoli particolari.

LA CLASSIFICA DI AMAZON.IT

Marmora, borgo della provincia di Cuneo con 65 abitanti, si trova al primo posto della classifica stilata da Amazon.it, seguito da Cissone (CN), con 83 abitanti, e da Bard, che con i suoi 122 abitanti è anche il comune più piccolo della Valle d’Aosta.

Fuori dalla top 3, ma tra le prime 10 posizioni, figurano:

4) Roaschia (Cuneo, 116 abitanti), dalle origini antiche come testimoniano documenti ritrovati e risalenti al XII secolo;
5) Grauno (Trento, 141 abitanti), l’ultimo paese della sponda destra della Valle di Cembra;
6) Pietraporzio (Cuneo, 81 abitanti), situato in Val Stura, a una quindicina di chilometri dal colle della Maddalena;
7) Santo Stefano di Sessanio (L’Aquila, 117 abitanti), tra i borghi più belli dello Stivale e parte del territorio del Parco Nazionale del Gran Sasso e Monti della Laga;
8) Bergolo (Cuneo, 68 abitanti) che sorge in una zona montuosa delle Langhe Orientali, a destra della Bormida di Millesimo;
9) Massimeno (Trento, 125 abitanti) in Val Rendena, sede di un castelliere preistorico fortificato in epoca medievale;
10) Pietraferrazzana (Chieti, 131 abitanti), le cui prime attestazioni fanno parte del Catalogus baronum (1150-1168);

Il comune più piccolo che acquista su Amazon.it è Pedesina, in provincia di Sondrio, che con i suoi 36 abitanti è anche il comune italiano con minor popolazione.

DALLA CASA ALLA TECNOLOGIA, ECCO I PRODOTTI PIÙ ACQUISTATI

Nella top 3 degli articoli più acquistati a Marmora, comune che raggruppa 16 piccoli borghi, la medaglia d’oro va al bicchiere di plastica resistente e utilizzabile sia per succhi sia per bibite o cocktail; al secondo posto, la coppia di cuscini in Memory Foam con fodera in aloe vera, mentre si attesta alla terza posizione il piumino matrimoniale a 2 piazze.

La rete antigrandine per orti e giardini è in prima posizione tra gli acquisti degli abitanti di Cissone, situato all’estremità occidentale della dorsale collinare che s’innalza sino a Serravalle Langhe, insieme al cavo dati Apple per iPhone 5, iPad Mini, iPod Nano 7 e al cestello sottopensile per uso domestico.

A Bard, borgo noto soprattutto per il suo Forte, il prodotto più acquistato è l’accordatore metronomo generatore per strumenti a fiato, seguito dalla chiavetta USB 16 GB di Kingston Data Traveler e dagli altoparlanti multimediali HP.

QUALCHE CONSIDERAZIONE CONCLUSIVA

Questo esempio piuttosto estremo conferma che noi italiani siamo arrivati un po’ dopo i nostri vicini europei e USA ma, ora che l’ecommerce è entrato a far parte delle normali abitudini, abbiamo saltato più di gradino e abbiamo imboccato direttamente la via della multicanalità, con grande disinvoltura nel passare da una canale all’altro (e con più device).

I nostri amici dei piccoli paesi infatti non sono degli addicted digitali ma alternano gli acquisti che possono fare nel loro contesto fisico (il pane non lo ordinano di certo sul web!) con le opportunità aperte da un uso mirato della tecnologia.

Se anche in queste località la logistica efficiente dei grandi player del digital riesce ad abbattere le distanze e la carenza di infrastrutture, siamo in presenza di un beneficio dell’e-commerce non meno importante degli altri più celebrati.

Che ne pensate? Intanto buon 2016, nella speranza che sia un altro anno di crescita (anche nell’uso intelligente del digitale) per la nostra Italia.

Annunci