Quanto vale davvero l’ecommerce b2c in Italia? Secondo l’ultima fotografia dell’Osservatorio eCommerce B2c Netcomm – Politecnico di Milano, prima della nuova rilevazione 2016 che sarà comunicata in occasione dell’eCommerce Netcomm Forum, la risposta è 16,6 miliardi di euro, con una crescita del 16% rispetto al 2014 (ossia oltre 2,2 miliardi di euro).

andamento_ecommerce

Una buona notizia, anche se la penetrazione del 4% sulle vendite retail ci vede ancora molto lontani da altri paesi europei e dai principali mercati americani e asiatici.

L’altro segnale importante viene dalla ripartizione tra prodotti e servizi, che per molti anni ha visto pendere in modo anomalo la bilancia verso questi ultimi (anche a causa di un’offerta debole) e che ora invece sembra trovare equilibrio, con i prodotti che crescono di 9 punti percentuali in più.

prodotti_e_servizi_ecommerce

Il turismo (+14%, 7.762 milioni di euro) quindi guida ancora il gruppo dei settori che contribuiscono maggiormente alla crescita dell’eCommerce seguito da però dai beni di Informatica ed elettronica di consumo (+21%, 2.212 milioni), Abbigliamento (+19%, 1.512 milioni) ed Editoria (+31%, 593 milioni).

Gli italiani che acquistano online sono 17,7 milioni, anche bisogna sottolineare che sono gli e-Shopper abituali, ossia coloro che effettuano almeno 1 acquisto al mese, a generare il 90% del mercato eCommerce complessivo (11,1 milioni di persone), con una spesa media annua di circa 1.300 euro.

Come leggere questi dati? Sicuramente parliamo di un paese che si sta digitalizzando e che anche da altre ricerche vede comunque aumentare la penetrazione degli acquisti online, soprattutto attraverso il mobile e le logiche omnichannel

Per molti versi però il mondo delle aziende non ha ancora pienamente compreso il valore dell’ecosistema che ruota attorno all’ecommerce, e il poco coraggio e la strutturazione limitata rischiano di pesare sulla competitività internazionale.

Advertisements